Vitamine e integratori: ecco come evitarne le carenze

Chi pratica con regolarità lo sport, che sia di media o di elevata intensità, lo sa bene.

L’attività fisica, oltre ad apportare moltissimi vantaggi alla nostra salute psico-fisica, reca con sé un inconveniente: essa richiede un buon dispendio energetico e riduce sensibilmente molti di quei nutrienti che servono al nostro corpo, soprattutto in estate.

Per reintegrare le perdite causate dalla sudorazione, il cui processo è favorito oltretutto dal caldo intenso che imperversa su tutto il nostro paese già da un paio di mesi a questa parte, comunemente si ricorre a bibite di ogni genere considerate magica ed inesauribile fonte di sali minerali.

Tuttavia, c’è da chiedersi, bere queste coloratissime bibite aiuta davvero?

Cerchiamo di capirne di più, per farlo iniziamo con il dare una precisa risposta agli interrogativi che più frequentemente ci poniamo in questo periodo.

 

Quali sono le possibili conseguenze di una carenza di vitamine e sali minerali?

In genere si crede che gli effetti conseguenti ad una carenza di vitamine e di sali minerali da parte dell’organismo sia abbondantemente colmata dall’assunzione di un buon, sano bicchiere d’acqua.

Al più potremmo accusare stanchezza e un po’ di sonno.

Tuttavia, se questo può andar bene in condizioni di sport non eccessivo e non frequente e/o di clima mite, stessa cosa non vale in presenza di un altro scenario decisamente più “invasivo”: se lo sport è svolto, come è raccomandabile, in maniera assidua serve un aiuto.

Questo aiuto si rende un must, poi, se concorrono altre aggravanti quali: tendenza di un individuo a sudare eccessivamente, stagione torrida, sport svolto all’esterno, magari nelle ore più calde, sforzo eccesivo, preesistente condizione di carenza di nutrienti nell’organismo.

In questo caso una carenza può portare ad effetti decisamente più gravi.

Affanno, aumento della frequenza cardiaca, respiro corto o difficoltà respiratorie, crampi, sbalzi di pressione anche improvvisi, ad esempio, non sono affatto condizioni da sottovalutare: esse possono essere proprio i sintomi di una privazione eccessiva di nutrienti al nostro organismo.

È quindi fondamentale reintegrare l’acqua e i sali minerali persi, nel corso della pratica sportiva stessa, o subito dopo, facendo ricorso a prodotti specificamente concepiti per riportare l’organismo al suo originario equilibrio idrosalino.

Quali sono le vitamine e i minerali “migliori”?

Potassio, magnesio, sodio, calcio, vitamina C, vitamina B12 sono considerati, nella formulazione di integratori di vitamine e sali minerali, quali macro-elementi.

Per un effetto sinergico ed una maggiore efficacia negli integratori venduti in farmacia vengono anche combinati tra loro, anche in considerazione del fabbisogno che ogni individuo richiede.

Le donne, ad esempio, necessitano di un mix di sali e vitamine - che in genere sono concepiti per rafforzare ossa, unghie, capelli e sistema immunitario - certamente differenti da quelli di cui potrebbe aver bisogno un ragazzo.

Questi integratori a ben vedere, sono dunque concepiti per favorire il metabolismo energetico e contribuire alla riduzione della stanchezza e dell’affaticamento da una parte, e a veicolare una maggiore condizione di benessere del soggetto dall’altra, tenuto conto della particolare condizione fisiologica in cui questi si trova a versare (anziano, donna in meno pausa, ragazzo in età di sviluppo, ect.).

 

Qual’è la composizione delle bevande idrosaline?

Nelle bevande comunemente vendute in commercio gli zuccheri contenuti rappresentano il carico osmolare maggiore. In queste bevande il glucosio è nettamente superiore a quello dei sali.

Ci comporta un netto rallentamento dello svuotamento gastrico: l’attività di assorbimento degli zuccheri prevale sull’assorbimento dei sali minerali, che ha luogo quindi in maniera sicuramente meno immediata. Esiste poi un altro elemento che, già sol da solo, può fungere da deterrente al consumo delle bevande in questione: mentre negli integratori di vitamine e sali minerali vendute in farmacia sono sempre indicate chiaramente le quantità di nutrienti per dose di prodotto o bustina, ciò non ha affatto luogo nel caso delle bevande isotoniche.

Negli integratori venduti in farmacia viene, invece, utilizzato come valore di riferimento l’NRV acronimo di Valori Nutritivi di Riferimento.

Il dosaggio massimo di vitamine e di Sali minerali che può essere contenuto all’interno di un integratore alimentare, invece, è poi sempre stabilito dal Ministero della Salute Italiano al fine di garantire la sicurezza della sua assunzione.

 

Come si comprende, quando puntiamo su un integratore di qualità operiamo decisamente una scelta decisamente più raccomandabile in termini di salute.

Prodotti Consigliati

 

-70%
 
PROCTER & GAMBLE SRL
Integratore alimentare di sali minerali con edulcoranti, specificatamente formulato per reintegrare i due minerali in caso di intensa sudorazione o di sforzi fisici particolarmente impegnativi.
14,90 €
4,47 €
-34%
 
PROCTER & GAMBLE SRL
Formulazione multi-nutriente, contenente vitamine e minerali per integrare la nutrizione.
14,90 €
9,82 €
-34%
 
PROCTER & GAMBLE SRL
Prodotto sviluppato per integrare la nutrizione.
9,90 €
6,52 €
 

Le altre news

Carrello 0 pz.
Totale € 0,00